Aria nuova anche per i Beni Culturali?

L’aria nuova! Che felicità… Rifioriranno davvero anche i beni Culturali che tanto sono stati trascurati e massacrati da incompetenza, gratuita avidità di potere e fiero disprezzo per la cultura stessa di cui il Ministero preposto avrebbe dovuto essere il sovrano tutore? Davvero saranno scelti dei “tecnici” per riavviare la macchina inceppata e impantanata? spero che i rumores che serpeggiano da giorni non siano attendibili. Se lo fossero, come credo – ahimé! – tutto resterebbe come prima, nella paralisi più totale, gettando nello sconforto tutti coloro che conoscono il problema e che sanno bene quanto, in linea di massima, i politici ne siano invece totalmente all’oscuro e addirittura rifuggano dai consigli di quanti sarebbero disposti a darne anche a titolo totalmente gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *