Aria nuova? Chissà…

Non mi sembra vero… Un governo di professori!!! Forse è cominciata davvero una nuova era in cui la cultura non sarà più identificata come il segno distintivo dei perdenti.. Chissà che non spariscano anche le scorte, i suv, i tacchi quattordici, le croci di brillanti, le cupole di cemento della domus aurea. Chissà che non tornino in auge la cultura invece dell’ignoranza, il merito invece della raccomandazione, l’eleganza e la misura invece della volgarità e dell’eccesso, il linguaggio gentile e persuasivo invece delle grida e degli insulti arroganti. Chissà che non escano allo scoperto tutti i colti e gli onesti, confinati da tempo nelle riserve indiane dai barbari trionfanti. Chissà chissà chissà… Gli ultimi tre anni lunghi come trent’anni chi mai ce li restituirà…?

Un pensiero su “Aria nuova? Chissà…

  1. barbara

    vero e entusiasmante. ho grande fiducia e speranza e non mi sento defraudata di alcun diritto democratico. il momento non è fausto per il popolismo e i comizi, quelli li faremo semmai dopo essere usciti dalla palude stigia. Dispiace che una parte della sinistra – che sembrava invece volgere verso nuovi orizzonti – non colga la grande opportunità di rinnovamento sia per i contenuti sia per la forma. Un grande uomo moltissimo tempo fa disse che l’uno senza l’altra…
    Andare oggi alle urne, oltre all’ulteriore danno all’economia, signicherebbe soggiacere ad una legge elettorale becera: quella sì davvero contraria al principio democratico del rapporto diretto tra elettori e eletti.
    La levatura morale, intellettuale e tecnica della squadra di Monti è eccellente e può, non solo raddrizzare la barra di un veliero al naufragio, ma anche bilanciare la pochezza della grande maggioranza di chi inopinatamente siede in parlamento… (non amo la tv ma il servizio delle Iene in cui vengono intervistati i signori parlamentari in merito al significato di spred, deficit et similia, rende perfettamente il bassissino ed avvilente livello della casta)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *