A proposito di Libriamoci: un mio articolo uscito sul Messaggero

Questo articolo l’ho scritto pensando alle tante iniziative effimere che, pur restando lodevoli per qualche verso, non avendo un fondamento strutturale, sono destinate a non lasciare traccia. Dove sono i ‘libri’ in Libriamoci? Che tipo di lettura è quella proposta? Veloce, lenta? Quali libri sono stati letti? Sarebbe interessante verificare cosa e come hanno letto davvero gli studenti coinvolti nell’iniziativa. Temo che a partecipare alla ‘festa’ della lettura ad alta voce siano stati in gran parte i soliti personaggi mediatici, non ‘libri’ ma ‘nomi’, desiderosi forse più di promuovere l’immagine di sé invece che libro e lettura.

http://rstampa.pubblica.istruzione.it/utility/imgrs.asp?numart=35JZDD&numpag=1&tipcod=0&tipimm=1&defimm=0&tipnav=1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *