Archivi tag: Claudio Strinati Caravaggio

Claudio Strinati e Caravaggio

26 maggio (Auditorium di Roma): Claudio Strinati – Caravaggio

 

Claudio Strinati "Caravaggio" Domenica 26 maggio, ore 11
Roma – Auditorium Parco della Musica, Sala Sinopoli

Claudio Strinati
CARAVAGGIO

La lezione intende ripercorrere tutta la vicenda di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio (Milano 1571- Porto Ercole 1610) soffermandosi su tutti quegli argomenti che sono stati, negli ultimi cinquant’anni, al centro della discussione degli storici con risultati spesso sorprendentemente diversi.

Nessun artista, forse, come il Caravaggio è stato infatti oggetto di analisi, interpretazioni, attribuzioni, deduzioni, spiegazioni più contraddittorie e diverse.
Chi vede nel Caravaggio, per fare un unico notevole esempio, l’artista maledetto, ateo, disperato, fosco, tenebroso; chi, al contrario, vede in lui l’artista spinto da una profonda fede religiosa e cattolica in particolare, estremamente positivo e costruttivo nel suo discorso estetico, animato da grandi idee teologiche e filosofiche, coinvolgente e vicinissimo alla mentalità contemporanea, una vera e propria “superstar” nel firmamento dell’arte occidentale.
Chi ha ragione, chi ha torto? La lezione tenta di dare delle risposte entro certi limiti anche nuove a questo e molti altri quesiti.

Caravaggio Musei Capitolini – Claudio Strinati, Clovis Withfield

Caravaggio-Eyes

“L’0CCHIO DI CARAVAGGIO”
ai Musei Capitolini
un ritratto fuori dai clichè dell’artista più amato del mondo

martedì 22 novembre 2011
Musei Capitolini
Piazza del Campidoglio, 1

Ore 17,30-19,30 Sala Pietro da Cortona:
conversazione di Claudio Strinati e Clovis Withfield
Introduce Stefania Macioce

Ore 14,00-19,30 Sala Guido Reni
ricostruzione e dimostrazione della camera ottica utilizzata da Caravaggio

L’uscita dell’edizione italiana di “L’occhio di Caravaggio” di Clovis Withfield offre a Claudio Strinati e all’autore l’opportunità di fare il punto sugli studi più aggiornati in materia di pittura caravaggesca.
Nel racconto dei due studiosi, all’immagine convenzionale del “pittore maledetto” si sovrappone quella del geniale inventore di una rivoluzionaria tecnica per riprodurre il vero basata non più sulla ricostruzione prospettica ma sull’utilizzo di lenti e specchi concavi.

La “camera ottica” messa a punto dall’artista sarà ricostruita nella Sala Guido Reni e resa visibile al pubblico dalle 14,00 all’ora di chiusura del museo.

Per prendere parte all’evento senza pagare il biglietto di ingresso al museo è necessario presentare l’invito oppure confermare la propria presenza contattando i seguenti recapiti:

Scarlett Matassi: +39 345 08 25 223 – info@scarlettmatassi.com
Elena Valentino: eventi@elenavalentino.it