Archivio mensile:maggio 2014

Il sonno del Reame: una bella recensione su Alias (Il Manifesto) del 25 maggio

Alias.PulceQuesta bella recensione è uscita domenica scorsa, 25 maggio, su Alias, il supplemento del quotidiano Il Manifesto… Non so quanto si riesca a leggere in questa versione jpg, ma, se si clicca sull’immagine, è più semplice di quanto sembri. Sono molto grata a Graziella Pulce, che non conosco, dell’attenzione che ha dedicato al libro, della qualità della lettura critica, della competenza, qualità oggi veramente assai rare, vista la fretta dei tanti che scrivono recensioni e la frequente ed eccessiva noncuranza di quella specificità letteraria, che, nonostante tutto, è ancora coltivata e amata da  molti, sia dalle formiche minime come me, sia da qualche gigante isolato e sopravvissuto lontano dal nostro paese. Difficile immaginare quanta energia sia necessaria a superare la barriera dell’indifferenza e ad aprire un dialogo con i lettori perché un libro  non sia uno sterile OGM, ma un vero seme di grano, capace di contenere in sé la memoria della sua specie, di trasmetterla e di germogliare diffondendo la vita.

I film da vedere (e da non vedere..)

Gregorio3Lunghi ponti, troppe feste. Rimanendo in città ho visto alcuni bellissimi film, facendo attenzione a non farmi troppo notare dagli umani nel buio delle sale cinematografiche dove mi insinuo senza pagare il biglietto. Grand Budapest Hotel, scritto e diretto da Wes Anderson e ispirato a Stefan Zweig; Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Felix Hemgren, tratto dal romanzo di Jonas Jonasson del 2009; Nymphomaniac 1 scritto e diretto da Lars von Trier (aspetto di vedere il secondo). Non raccomando Locke di Steven Knight, esperimento interessante di camera fissa, troppo lodato rispetto ai risultati. L’unica cosa che mi è dispiaciuta è la sorte del gatto Molotov, unico vero amico di Karl Karlson: peccato si sia fatto fregare da una volpe. Storie di dolore e di follia, di morte, di solitudine, di intelligenza, di amore, che attraversano i molteplici strati della realtà nei suoi più imprevedibili e misteriosi recessi, invitando a non fermarsi mai sulla superficie delle cose come è abitudine di molti.

http://www.mymovies.it/film/2014/thegrandbudapesthotel/

http://www.mymovies.it/film/2013/ilcentenariochesaltodallafinestraescomparve/

http://www.nymphomaniacthemovie.com/